Suzana

Orca l’oca tirolese!

Oggi se ne riparte l’ultimo gruppo di turisti Cechi.

Credo che abbiano pagato lo scotto della mia stanchezza, e dell’inevitabile esaurirsi della pazienza.

Com’è che diceva Quel Tale? Nel mondo esiste una invariabile quantità di pazienza. Se va tutto bene ne abbiamo una quantità equamente distribuita, quando invece l’equilibrio scricchiola, qualcuno ha per forza meno pazienza, e quindi altrettanto per forza qualcun altro deve averne di più. Non mi ricordo, in realtà, come la risolvesse quel Tale, l’ipotesi di pazienza vacante, e di equa distribuzione dell’impazienza. Fa niente.

Se ne ripartono, questi, dopo aver accumulato aneddoti per due o tre pagine consecutive.

Dovevano arrivare alle 8, ed erano qui già alle 6.15. Li ho accolti praticamente in camicia da notte, per scoprire che l’agenzia ha sbagliato a prenotare le camere. E allora la fuga romantica di una coppia evidentemente clandestina rischiava di finire in un letto a castello, in una camera condivisa con un paio di nonnetti arzilli e già ubriachi all’alba. E a una famiglia di sei persone erano stati assegnati letti in tre camere diverse, su tre piani diversi. E avevano le valigie in comune.

E poi la guida che avrebbe dovuto avere una camera singola, ha scoperto che anche l’autista aveva una camera singola: la stessa.

Ossignnore!

AAAAALT!

Fermi tutti.

La guida parla inglese? No.

Italiano? No.

Ehm …. Latino. La guida vorrebbe comunicare in latino.

Cosa?

Ma dai, non è una regione Latina, questa?

Latina? Ma siamo fuori? E poi neanche Google translator traduce il latino!

AAAAAH! laDina!

…. Incommentabile. Ci stanno bene parolacce in qualunque lingua.

Ok. Nessuno di voi 61 pellegrini (minuscolo) parla una lingua diversa dal Ceco?

Ed eccola, l’interprete ufficiale: Suzana, 8 anni.

Meraviglioso.

Suzi, dì a questa gente che rimetta subito tutte le chiavi al loro posto.

E la ragazza dà fondo a un’incredibile quantità di gesti e consonanti. E quelli si muovono, inebetiti e increduli, ed eseguono l’operazione di resettaggio. Chiavi tutte al loro posto.

Ottimo, e adesso … io da una parte, la guida (quella ufficiale e inutile) dall’altra, Suzi e Google translator nel mezzo. E via! Una serie di mosse degne del campione intergalattico di tetris, e in un quarto d’ora di fuoco … voilà.

I piccioncini ritrovano il sorriso e anche le consonanti.

La guida mi guarda e non favella (ma anche se lo facesse …….)

La Suzi, già eroina della vacanza, va da questo e da quello con fare marziale, ad accertarsi (immagino) che tutti abbiano capito e siano soddisfatti delle nuove disposizioni logistiche.

Prepariamo una tazza di cioccolata per l’eroina: Santa Suzana di Praga.

E dopo tanto trambusto, pare tutto apposto. Ok. Ite!

Evviva! Almeno questa è fatta!

Quanto durerà la bonaccia?

Due ore dopo arriva un signore piccoletto, che parlando un po’ di spagnolo (di Spagnolo? Non ci avevo pensato!) mi dice che non trova più il suo compagno di camera.

Non importa, eh? Fa mica niente, l’ho conosciuto sul pullman, non siamo mica amici, ma magari dovremmo cercare di capire dov’è finito.

Penso ai piccioncini …. Non si sono più visti neanche loro. Vuoi vedere che ….. manteniamo l’aplombe, ma lo sforzo dura poco: appena arrivato agli impianti, prima ancora darsi alla discesa, il poveretto è stato investito ai piedi della pista da uno sciatore maldestro, ed ha un ginocchio molto dolorante. Non potrà sciare, e decide che è meglio che torni a casa. Tanto … c’è il pullman che fa la spola ….

Eh …. E allora ci si guarda intorno per capire se ….. no. L’omino hablante resterà comodo e largo in una camera doppia tutta per sé. Va bene così.

Così avrà tanto posto per tutte le casse di birra che si è portato.

E per il cibo preparato a casa e chiuso in scatole teoricamente ermetiche.

Ecco perché le valigie dei Cechi sanno di peperone. Di peperone e di birra.

A dire la verità anche i Cechi sanno di peperone e di birra.

Anche di altro, non si può nascondere, ma su certe questioni eleganza vuole che sia meglio soprassedere.

Certo che poi si lamenteranno della cucina. C’è da scommetterci.

Insomma …. Due giorni da panico, grazie a quelli che “Noi berremo tutta la notte, ma non possiamo comprare tutto il vino insieme, perché non possiamo prevedere la quantità. E allora tu potresti stare al bar per venderci il vino quando ci serve.”

Di notte.

… credo di avere improvvisamente imparato il ladino, e anche un sacco di espressioni dal linguaggio trasversalmente conosciuto.

Improvvisamente mi sovviene che fuori dalla porta dell’ufficio ci sono tre cuoricini di stoffa. Molto tirolesi.

Il primo dice Vivi bene, il secondo dice Ama molto, il terzo dice Ridi spesso. Adesso so per certo che ne manca uno, che dovrebbe dire Vaffan ….

Ok.

Oggi allora, prima della partenza del pullman al peperone, io mi regalo qualche ora per me.

Niente banca, niente commercialista, niente … niente.

Sistemo la mia casina. Una lavatrice, una riordinatina, un check delle cose che posso già inscatolare …..(evviva!)

Dato che ci siamo …. Ma come si fa ? accidenti …. Aspetta … magari c’è un tutorial in internet ….. eccolo …. Mettere il piumino sul sacco insideout, arrotolare, rivoltarlo dalla parte dell’apertura … e srotolarlo … caspita …. Ma in che senso? ….. malora ….. “direttrice in erba muore soffocata nel tentativo di srotolare un piumone per …” ma … il quarto cuoricino!

Ecco. Il tempo per me se n’è andato nel tentativo di cambiare il copripiumone. Ma chi l’ha inventata, sta roba? … un uomo, di sicuro. Forse il titolare dell’agenzia dei Cechi.

… orca l’oca di Praga!

PS: prima di partire i piccioncini mi hanno regalato una bottiglia di un certo liquore Ceco.

Dicono che è speciale.

La Suzi, tra innocenza e sentito dire, riferisce che me l’hanno regalata perché sono stati tanto impegnati e non hanno avuto tempo di berla.

….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...