Acciacchi e dintorni

L’ultima volta che ho avuto l’influenza facevo la terza media. Me lo ricordo perché da allora ho maturato la consapevolezza che l’influenza sia lunga esattamente come i Promessi Sposi. Li ho letti tra un termometro e l’altro, in poco meno di una settimana. Dopo non mi sono ammalata più, se non consideriamo la volta in … Leggi tutto Acciacchi e dintorni

Ti rubassero a te  

Un po’ si regge, ma poi no. C’è in albergo una piattaia che ho trasformato in un espositore di cuoricini. È bella, per certi versi perfino bellissima. È l’oggetto più fotografato dell’albergo: cuoricini come se piovessero, tutti ben disposti, e con colori ben armonizzati. Un bell’oggetto, tanto decorativo quanto accogliente. C’erano in basso tre piccoli … Leggi tutto Ti rubassero a te  

i Ritorni

Può darsi che i lupi siano tornati da dove erano venuti. Qualcuno dichiara di averli visti, molti dichiarano di averli sentiti, nessuno si stupisce più di carcasse smembrate e ampie chiazze di sangue qua e là, ma di fatto … Può darsi che siano tornati da dove erano venuti, e forse è per quello che … Leggi tutto i Ritorni

Le arance

Te lo ricordi, Sam, quando stavo nell’ufficio di Vicenza, e ti parlavo delle arance? Sei entrata per chissà quale ennesimo grattacapo, ma hai perfettamente centrato il momento magico dell’arancia, durante il quale io sono notoriamente imperturbabile. Le arance sono l’essenza della perfezione, sono sicura di avertelo detto. Le sbucci, e sono spicchi fatti di una … Leggi tutto Le arance