L’Italia chiamò

Mi sono addormentata in un surreale silenzio. Silenzio più silenzioso del solito.

Confessiamolo: non ho visto tutta la partita. Mi sono addormentata.

Per strada non passavano neanche i soliti due o tre della passeggiatina dopo cena.

Niente macchine, niente arrivi fuori orario, niente bambini che gridano. Silenzio e basta, più profondo e fermo che mai.

Poi è passato qualcuno che pigiava il clacson a più non posso, e poi anche qualcuno che gridava con la testa fuori dal finestrino, immagino.

Mi sono svegliata e … Campioni d’Europa.

Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Ah, che bello!

Bello, sì.

Domani festeggio.

DINNN!

DINN – DINN!

Una pletora di messaggi.

Qualcuno ha aspettato la fine della partita per dirmi che …

“Anna, la cappa di aspirazione in cucina non aspira più.”

“Anna, se domani la cappa non funziona dobbiamo cambiare il menu”

“Anna, se c’è da cambiare il menu bisogna andare a comprare quel che manca”

“Anna, se c’è da andare al magazzino, ricordati che devi anche passare da …..”

A cascata. La cappa non funziona e quindi tra questo e quello non avremo tempo per nessun festeggiamento.

Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Fatico a riaddormentarmi, al pensiero della cappa ….

Maledetta cappa ….

Ll’Italiacchiamò.

La mattina è meno silenziosa.

Quasi sveglia, mi alzo, vestita come a caso, pensiero fisso alla cappa, e l’inconscio che canta Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Scendere.

Aprire le porte come se fosse un giorno normale e poi scendere a controllare la famosa cappa.

L’interruttore pare a posto. Ho inutilmente allertato l’elettricista (certo che se viene le robe da sistemare non mancano).

Ed ecco la prima impresa. Se non è l’interruttore, deve essere il motore.

Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Dov’è il motore?

Salgo e scendo un milione di scalini, fino a quando …. Un flash! Nella terrazza solarium c’è una specie di cassone d’acciaio che a volte vibra e sussulta.

Vado. Non vibra, non sussulta, e non si apre.

Serve una chiave che non ho.

Vengono buone le decine di chiavi sconosciute che nel corso di cinque anni ho accantonato in un apposito bidone.

Adesso mi siedo qui davanti e le provo tutte.

Tutte, ma tutte invano.

Siamproontiallamorte E poi arriva il mio collega empirico, con la chiave della sua camera e un gesto deciso, apre il cassone il cui interno vede la luce per la prima volta dopo decine di anni. Potrebbe contenere un nido di dinosauri ma lui non ci bada: apre, osserva, strattona, e sentenzia: “fammi spazio, che rimetto a posto la cinghia!”

E aspirazione fu.

Fffffffffffffiuh …..

Bisogna lo stesso chiamare il tecnico, perché la cinghia è lenta e sembra anche indurita.

Però cambiare la cinghia non è come cambiare il motore. Dai. Una buona notizia.

E non dobbiamo cambiare il menu.

E non dovrò andare a fare la spesa.

E non sarà necessario passare neanche da …

Un sacco di buone notizie.
Bello! Si può festeggiare!

Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Dai, devo solo chiamare il tecnico.

…..

il telefono squilla.

Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Noiosa musica di attesa. Meglio cantare ….

Siamproontiallamortell’Italiacchiamò.

Pronto?

SSSÌ!

….

Eh? … Anna, sei tu? Canti l’Inno? Pensi sempre alla Coppa, eh?

… CAPPA! con la A. Alla cappa, penso!

O almeno credo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...