di Niente, in ordine sparso.

Oggi scriviamo di niente.

Una signora ha chiesto una camera in pensione completa, ma diceva che avrebbe pagato solo la mezza pensione perché lei e il marito mangiano poco.

… roba normale: suscita un misto di rabbia e ilarità, ma niente da commentare: siamo quasi abituati.

Stamattina al barino dell’albergo, due passanti “Milanèsi” mi hanno chiesto un cappuccino con latte vegano e una brioche con marmellata fatta in casa.

Poi ho scoperto che erano appena scesi dall’elicottero, qui nel prato davanti all’albergo. Poco importa se l’elicottero era qui per trasportare il materiale per la costruzione dei paramassi. I Milanèsi non sono pronti a sentirsi dire “non ce l’abbiamo”.

Normale. Non si commenta la faccia esterefatta dei malcapitati avventori, e nemmeno il senso di chissenefrega della sottoscritta.

***

Poi ci hanno mandato quattro sacchi di patate. Il 25% delle patate era marcio.

“Eh, ma è perché non sono patate da forno. Sono patate da gnocchi!”

… perché? Gli gnocchi si fanno con le patate marce?

Va bene lo stesso. Il senso di non importa mi pervade. E io lascio che vada.

Un gruppetto di ragazzi non sapeva come usare il copripiumino. Qualcuno ci si è infilato dentro, insieme al piumino stesso. Che comodità deve essere stata! Per entrarci, per uscirci, per girarsi, e anche … per rifare il letto.

Ho preparato un foglietto info: “Come dormire col piumino”.

Negheranno sempre che sia stato utile, così come io negherò sempre che qualcuno ancora dorma inconsultamente avvoltolato nelle lenzuola.

Non importa. Quel che conta è uscirne vivi, anche se per riuscirci bisogna mettere la sveglia mezz’ora in anticipo.

E poi?

E poi basta.

Adesso vado a farmi uno yoghurt coi mirtilli e i lamponi. Una delle gioie della montagna.

UNA delle.

Un pensiero su “di Niente, in ordine sparso.

  1. Mi hai strappato più sorrisi del solito.
    Comunque, ognuno ha le sue stranezze. Hai mai pensato a come tu vieni percepita dagli altri albergatori?
    O da qualunque commesso di qualunque negozio?

    Viviamo ognuno nella nostra normalità, che a un occhio non nostro potrebbe risultare bizzarra. 🙂

    Ma infondo… Chissene.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...