Gli gnomi di Praga

A Penia di gnomi ce ne sono tanti, dappertutto.

Come tutti gli gnomi che si rispettino non è facile vederli, ma se stai attento non puoi che averne la certezza: il pavimento ieri sera non aveva tutte queste orme di scarpe infangate.

Il cesto del pane era pieno, ieri sera.

La grappa nella bottiglia non era così scarsa, quando ho chiuso il bar.

E qui, non c’era un cuscino rosso, che adesso non vedo?

E come mai tutti questi ciondoli dondolano, anche se non c’è aria.

Vuoi che dipenda dalla vita notturna e disordinata del nostro gregge di ospiti? Certo che no!

Gnomi!

In albergo non se ne vedevano, eppure …

Ne ho espressamente adottati una buona dozzina!

Uno di statura elevata, che monitora la hall dal suo angolino,

un paio stanno tutti impettiti nella posizione d’onore lì in bella vista, un altro di legno è duro e silenzioso, alcuni stanno sulle finestre a guardare il cortile, e poi ci sono i dieci che stanno sui tavoli.

Bellissimi.

Cinque coppie di gnomi.

Non ci avevo badato, subito, e li avevo solo collocati sorridendo nelle posizioni che mi sembravano più adatte.

… macchè …

tu li metti sui tavoli, vedi che “stiano bene” lì dove sono, poi giri l’occhio, e …

non sono mai abbastanza veloce da coglierli nel mentre, ma loro fanno come gli pare, e vanno in giro!

All’inizio li rispostavo.

Tutti i giorni a rimetterli al loro posto, ma adesso ho capito: non serve!

Me l’ha fatto capire la gnoma col cappello rosso: io continuavo a rimetterla sul bancone dove mi pareva stesse bene, e lei a un certo punto se n’è andata.

Si è nascosta nella valigia di uno sciatore praghese, e se ne è andata con la corriera.

Deve aver viaggiato nella stiva, tutt’altro che comoda, credo, ma lo stesso ha scelto di andarsene, probabilmente perché le impedivamo di stare dove voleva stare.

Si è unita al gruppo dei Cechi, e adesso chissà in quale bella casetta praghese se ne sta, peraltro tutta sola (a meno che il Ceco proprietario della capiente valigia in questione non abbia soggiornato anche altrove, chissà …)

Il compagno della gnoma dal cappello rosso se l’è presa non poco.

Tu entri nella hall la mattina, e lui ti dà le spalle. Sempre.

A volte è solo girato di spalle, altre volte è in bilico sul davanzale.

Non so se mediti di lanciarsi nel vuoto, o se cerchi di intercettare una valigia per raggiungere la bella fuggitiva …

Abbiamo anche tappezzato il vicinato di volantini …

MISSING

Mia moglie è sparita!

Chi l’ha vista?

Se la vedete, per favore, ditele che la perdono, e che torni a casa!

Le vogliamo bene e la aspettiamo!

niente.

Sono andati avanti e indietro un sacco di pullman, tra qui e Praga, ma della gnoma col cappello rosso nessuna notizia.

Però … nessun gesto forte è inutile.

Scendo la mattina e fischietto prima di entrare nella hall, così loro hanno il tempo di ricomporsi. E trovo la gnoma con le trecce nere che chiacchiera con la gnoma coi capelli color carota, e tre gnomi tutti in fila sul davanzale a guardare di sotto.

Per un momento penso che lo gnomo inconsolabile si sia buttato, ma invece poi lo vedo lì, sul tavolino della gnoma biondina … ma vuoi vedere che ….?

Ho deciso che non li costringo più a tornare al loro posto.

La mattina li conto soltanto, giusto per verificare che nessun altro decida di espatriare, ma se ci sono ancora tutti, li lascio lì, a chiacchierare con chi gli pare.

poi arrivano quelli che dopo cena devono giocare a carte.

E brutalmente spostano dal tavolino gli gnomi che disturbano, e tolgono dal davanzale quelli che altrimenti occuperebbero il posto delle bottiglie della birra, e accumulano tutti insieme gli gnomi sul bancone, e poi uno cade e sulla scia di quello ne cadono anche un altro paio ….

gnomi coi cappelli spuntati, con il naso ammaccato, con il cappello calato sugli occhi ….

Aspetta.

Li rimetto un po’ in sesto, questa volta a gruppetti di due o tre, che si facciano compagnia e coraggio.

Tra quelli che non ti capiscono e quelli che ti mettono da parte per far posto alla birra … è dura la vita degli gnomi …

Devo dimostrare affetto, io, perché non vorrei mai che se ne andassero tutti a Praga in comitiva!

Un pensiero su “Gli gnomi di Praga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...