Correre ai ripari

Ommamma, che traggedia!

Pare che l’articolo di ieri fosse troppo triste.

Non va bene.

Ho ricevuto una montagna di “Anna, Come stai?” e “Anna, tutto bene?”

Sto bene.

Piove piove piove piove.

Piove, ma l’alluvione di Moena non mi ha centrata, e non mi ha presa neanche lo smottamento.

Sorvoliamo i pro e i contro, che sono questione inevitabile ma sempre piuttosto antipatica!

L’albergo è in piedi, la dispensa è fornita, lo Chef non si risparmia, e stiamo tutti bene.

Non ci sono sempre tante cose di cui ridere, e davvero, e non per senso di pubblico pietismo, la sorte di quelli che lavoravano negli alberghi che hanno dovuto chiudere per l’alluvione non tiene allegro nessuno.

Però lo stesso qualche amenità di cui sollazzarsi capita immancabilmente.

 

Signora Maria? che sarei io, perché è normale che l’albergo si chiami come la proprietaria, e quindi …. Chiami l’hotel Mirella e chiedi di Mirella, chiami l’hotel Monica e chiedi di Monica, chiami Villa Paola e chiedi di Paola, chiami il MariaNives, e …..

Signora Maria?

…. massì … Nives. Mi chiami pure Nives!

No, dicono alla televisione che siete smottati, e che avete l’acqua in cantina, è vero?

Smottati, dice? Non mi pare. E l’acqua in cantina, neanche quella. Abbiamo il vino, in cantina. È un problema?

Nonono, cara dal Signor, basta che stasì puìto, cossì quando rivemo non ne metì in te l’umido.

Analizziamo con calma. C’è una signora che dice che verrà qui e ha paura che la mettiamo nell’umido. Come prima idea, penso alla raccolta differenziata dei rifiuti organici: sarà che effettivamente, la signora al telefono non pare proprio fresca fresca! Ma dai! È una cosa irrispettosa! La signora avrà invece paura di finire nello spezzatino … Carne in umido con piselli …. Forse questo è perfino meno rispettoso, perciò risparmiamoci le battutacce.

Signora, non si preoccupi: qui è tutto a posto. Venga quando vuole. La aspettiamo.

Ma podenti anca doman,’lora?

Come sanno essere irritanti alcuni …. Ma per quando ha prenotato, Signora?

Pernotato vuol dire che go dormito?

No. Cioè, sì, in un certo modo sì. Però …

Ma gala prèssia? Parchè co tuti sti no e sì no capisso miga gnente, sala?

Io ci ho provato. Davvero, e con pazienza, ma altrettanto davvero …..

Un’occhiata al planning, un rapido calcolo, dita incrociate, e via: Sì, Signora, può venire anche domani. E nel caso, penseremo come accomodarla, dai!

Ah, eco, grassssie.

Alora, par piasère, ghelo dirla ela a la signora de chel’altro albergo lì di fronte al suo, parchè go na prenotassion da lori, ma no me risponde miga nissùn!

….

Ma anca no! ***parolaccia*** Ho confermato una prenotazione a una signora che non so chi sia per una data che non so quando, in un albergo che non so dove. Il tutto rassicurandola sul fatto che in cantina abbiamo vino e non acqua.

Già il dettaglio avrebbe dovuto farmi riflettere ….

E adesso?

Adesso … penso che non farò proprio niente.

Sarà un problema della Signora Maria, al massimo. No?

2 pensieri su “Correre ai ripari

    • credo che “i miei” risaltino solo perchè gli altri albergatori non scrivono blog!
      ma se guardi la pagina FB “grazie al turista ho scoperto che …. ” lì ce ne sono proprio delle belle!

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...