in bocca a chi?

L’avevano detto, e io non ci avevo creduto.

Nevica da ieri sera.

Abbiamo spalato stamattina, tanto, e con la pala meccanica.

Forse avremo dovuto spalare di nuovo prima di sera, e invece abbiamo rimandato a domani.

È stato l’uomo della pala, che andandosene scuotendo la testa ha detto “ci si vede domani”. Credevo scherzasse, ma di questo passo mi sa proprio di no, e allora lo aspettiamo, e fin che non passerà …. Tutti in casa, o al massimo fuori a piedi.

Sono uscita a vedere lo stato del parcheggio, perché alcuni ospiti ancora non sono arrivati.

Non fa freddo, ma ci si bagna molto. Nevica come io non avevo mai visto da che sono qui. Nevica a fiocchi fitti ma leggeri.

Nevica tanto che la neve copre le orme appena calpestate. Ti giri e pare che ti abbiano fatta cadere dall’alto: niente tracce. Sei nevicata giù anche tu, come tutti questi fiocchi.

Ci si guarda intorno, e non c’è foto che tenga: sembra di stare da un’altra parte, qualunque fosse quella in cui stavi prima.

Lo spazzaneve passa più sovente che l’autobus sotto casa in città. Passa, l’omino ti saluta con la mano, spavaldo, e intanto ti schizza di neve poltigliosa fino alle ginocchia. Perché qui lo spazzaneve è multitasking: davanti ha la pala che toglie la neve (anzi, la sposta di lato senza troppo riguardo), e dietro ha lo spargisale.

Mi guardo in giro e mi dico che …. Che non so cosa dire: io non sono brava con la neve.

Arriveranno, quelli che devono arrivare, lasceranno le macchine dove potranno lasciarle, e domani vedremo come sistemare qualunque sia la cosa che dovremo sistemare.

Perché dicono che domani a un certo punto non nevicherà più.

Bello, no?

Bello perché nevica, poi bello perché smette. È così che bisogna prenderla, no?

Lo spazzaneve ripassa, di nuovo. Questa volta si sente perfino un po’ sferragliare. Forse dovrei dirgli che prima di toglierla deve lasciarle il tempo di cadere ….

Intanto fa buio, e mi viene da pensare che posso anche non restare fuori, e che invece posso guardare dalla finestra.

Oramai lo si sa: la mia finestra guarda il bosco di fronte all’albergo.

C’è un lampione che illumina i fiocchi che cadono, e poi, due passi più indietro, buio quanto può essere buia una distesa di neve, che davvero non è buia mai.

Il buio quello vero è un passo più in là, dove comincia il bosco.

C’erano i cervi, e i mufoni, e invece adesso ci sono i lupi.

Ma ci sono per davvero, eh?

Ne hanno fotografati una dozzina, e qualcun altro ha visto una lupa con sei lupacchiotti, e ci sono alcuni maschi isolati uno dei quali potrebbe perfino essere malato.

Stanno vicino alle case.

Li hanno visti proprio qui intorno, e neanche proprio di notte. Li hanno visti uscire dal bosco, e abbiamo creduto di spiegarci perché i mufloni e i cervi sono diventati così pochi.

Ho chiamato anche i forestali, per capire se sono pericolosi …. E cosa bisogna fare …..

I forestali …. Ma dai!

Credo che avessero l’ordine di servizio di dire che i lupi stanno solo nelle favole.

E con tono sprezzante e teatrale mi hanno detto “Mah …. I lupi ….. e lei cosa dice di fare?”

Cosa dico di fare? Intanto eviterò di vestirmi di Rosso, che se i lupi sono quelli delle favole, mi pare proprio che non convenga. E poi?

E poi sto alla finestra, guardo la neve che nevica, lo spazzaneve che spazza, i passanti che passano, le luci che luccicano, e basta.

Guardo, e penso che bisogna goderselo, finchè è bello.

E poi penso che se qualcuno volesse augurarmi una Buona Stagione, e volesse magare dirmi che spera che vada tutto bene, e magari anche mandarmi una virtuale e incoraggiante pacca sulla spalla ….. Buona Fortuna.

Si dice Buona Fortuna.

5 pensieri su “in bocca a chi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...