la pazienza

Buongiorno!

Abbiamo prenotato. Mi chiamo Rossi.

Rossi, guardi bene: sono sicura!

E intanto se la ride grassa.

Mi dica lei: io prenoto, e pago anche, e lei non ne tiene conto?

E ride che pare ubriaca.

Allora, altro che Trentino: siamo in Italia anche qua!

Dai (tono saccente) guardi di nuovo.

Nel cuore senti comporsi poche parole: non c’è. Se ne vada.

E invece la lingua dice

Signora, è sicura che magari non ha prenotato con un altro nome?

Ah, sì, forse Verdi, giusto.

Veda se ha una prenotazione per Verdi. Ce l’ha? O per Bianchi, magari?

… Azzurrino a Pallini. Ho quello. Può essere?

Ah, già! Ha prenotato il marito di mia figlia ….

Sant’uomo: da quanto tempo è che vi regge?

Senta, poi, siccome loro arrivano domani, noi abbiamo anche le loro valigie, che gliele mettiamo già in camera, va bene?

No, non va bene: se arrivano domani, la camera è pronta domani.

Ah … e noi tutte le loro valigie ce le dobbiamo tenere in macchina?

Nel cuore: non fatemi dire dove potete mettere le vostre millemila valigie!

E la lingua: beh, se nella vostra camera non ci stanno, magari vediamo di trovare uno spazio sicuro da qualche altra parte.

Come si fa a presentarsi già con tutta questa sfolgorante simpatia?

E poi arriva la meravigliosa governante delle camere (ma meravigliosa davvero):

Anna, io mi rifiuto di fare quella camera lì anche domani.

Pare che non abbiano capito l’uso del cestino per la spazzatura, e confondono gli asciugamani e la carta igienica. E poi hanno in camera chili e chili di frutta marcia.

E nel cestino si trovano tutti i giorni i panini che si portano via dalla colazione e che non mangiano durante la giornata …..

Nel cuore: Ok, gli faccio le valigie e li metto alla porta.

E la lingua: va bene: stasera ci parlo.

E la testa comincia a comporre il discorsino:

Gentile Ospite,

Noi non sprechiamo: cambiamo tutti gli asciugamani tutte le volte che è necessario, ma se li adoperi con buon senso (cioè per asciugare le mani, e non per pulirti … le scarpe), non sarà necessario cambiarli tutti i giorni.
Se non vuoi contribuire al rispetto dell’ambiente risparmiando acqua, detergenti ed energia, allora contribuirai alle spese con 5 Euro per ogni nuovo set di asciugamani.

Gentile Ospite,

la colazione è per la colazione. Puoi mangiare tutto quello che ti serve, ma ti prego di ricordare che anche se Buffet suona un po’ come Abbuffata, è proprio improbabile che la tua colazione standard sia fatta di 4 panini, 4 brioches, 4 uova, 4 succhi, 4 fette di torta, 4 ciotole di yoghurt, 4 fette biscottate, 4 porzioni di cioccolata, 4 biscotti ……
E quando hai tutto sul tavolo, e ti guardi in giro come aspettando l’eclissi di sole, credimi: io lo vedo che finisce tutto in una borsina, o in tasca, o ….

Gentile Ospite,

Per favore osserva il bar, prima di chiedere cocktail che non sai neanche pronunciare.

Ci sono 10 bottiglie di grappa. Vuoi una grappa? No: un Bloody Mary.

Gentile Ospite, il Bloody Mary non lo facciamo, a meno che non ti chiami Mary, nel qual caso provvediamo subito.

Gentile Ospite,

i bambini ci piacciono tanto. Questo non vuol dire che puoi lasciarli scorrazzare in ascensore a giocare a Serendipity. Uno entra, gli altri scappano a un piano o all’altro, quello che sta in ascensore pigia, e vince quello che è davanti alla porta, quando si apre.

Qui gli ascensori raccontano storie incredibili: evitiamo che i piccoli abbiano un ruolo da protagonisti!

Gentile Ospite,

se il check out è alle 9,30, perché mi chiedi di usare la camera fino alle cinque del pomeriggio?

Lo so che è bello farsi una doccia prima di ripartire, ma a quelli che occupano la camera dopo di te, glielo dici tu che possono averla alle 6, e anche sporca?

Gentile Ospite,

se quella maledizione internazionale di Booking ha registrato la tua prenotazione per domani, perché arrivi oggi, e io dovrei anche sentirmi in colpa perché non so dove metterti?

E se prenoti per tre e arrivate in due, perché io dovrei farti pagare di meno, dato che non ho potuto vendere la tripla perché per finta l’hai occupata tu? E perché quando te ne vai mi dici che sei stato benissimo, e che è un posto che raccomanderesti, e poi vai a casa e scrivi recensioni orrende? Cos’è, la frustrazione da vacanza finita?

Gentile Ospite,

sappi che in linea di massima io sono anche davvero una personcina gentile, ma ….

Quando sta per arrivare Il Fine Stagione te ne accorgi perché non sopporti più nessuno. Nemmeno quelli che in altro caso sopporteresti solo perché pagano.

D’altra parte …. I soldi fanno Ricco, ma è l’educazione che fa Signore.

Ed è il fine stagione che fa Coraggioso Sopravvissuto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...