tubi giacciài

C’è un idraulico che con aria sufficiente guarda il tubo dello scarico.

Guarda, bofonchia, quasi muggisce come i mufloni.

E poi guarda lui, il vicino di casa che risolve ogni cosa.

E si scambiano quel gesto d’intesa …. “te l’avevo detto” … “è proprio come dicevi tu”.

E poi uno mi guarda e quasi sorride, e l’altro dice “par smetare de verghe i tubi giacciài, bisogna prima smetare de verghe i idraulici che co i vèn su i se giaccia”.

… di nuovo.

Il portone del garage si è rotto perché non è adatto alla montagna: l’hanno comprato a Vicenza e l’hanno fatto installare da quelli di Vicenza, poteva mica andare bene!

E il gasolio artico che se lo metti a Vicenza di Artico ha solo il nome.

E adesso i tubi che si ghiacciano. Perché se nevicasse starebbero più caldi (???), ma starebbero ancor meglio se fossero interrati alla profondità giusta, no come sono questi, che andrebbero bene in Piazza dei Signori, sotto un palmo di asfalto.

Vabbè … i vicentini non sono montanari, e quindi abbiamo avuto a che fare con una camera allagata, e tutte quelle direttamente sovrastanti che hanno dovuto essere evacuate ….

E sposta questo in quella stanza, e la famigliola dall’altra parte, e il prete polacco si sacrificherà in una stanzetta piccola, per una notte, e due amici magari per una notte possono dividere la stanza, e …

Questo di qua e quello di là, e sposta un po’ questo, e attenti che c’è anche quello …. Per poco non ho dovuto cedere la mia stanza ….. e dormire forse in macchina … non mi avrebbero trovata, la mattina dopo ….

Per fortuna che mi sono allenata tanto con il tetris ….. e gli incastri hanno funzionato.

….

Camera allagata: risolto.

Idraulico strafottente: risolto (ma penso solo “per ora”)

Gruppo di sciatori Cechi che non parlano italiano …… no. Quello risolto no. Da loro NO vuol dire sì. Impossibile risolvere. Richieste dei Cechi: brocche di acqua calda a colazione, adattatori come se piovessero, biglietti per lo skibus come se ogni sciatore contasse per sei, regole scritte in ceco, e da commentare in ceco e basta, … e immagino che scoprirò presto anche il resto ….

Di qui in avanti ne avremo tantissimi.

Forse ce la posso ancora fare ….

Basta non chiedersi “a fare cosa”.

Oggi ho cercato una cartuccia per la stampante.

Abbiamo una stampante così agéé che le cartucce non si trovano quasi manco su amazon, figuriamoci in questa valle di …. Ah, no. Non si può dire. Lacrime. Era Lacrime, comunque.

Cerca la cartuccia, e telefona e prova e riprova e ricerca, e alla fine chiamo uno che lo chiamano Napoli e non chiediamoci il perché, e mi dice che forse ce l’ha ma si chiama con un altro nome, e però se gli dico il nome della stampante ma non della cartuccia …. Lui come fa a sapere ….

Ma … guarda … sai cosa? Scrivo a mano. Lascia stare.

Stampante 1 – Anna 0.

Andiamo a dormire, vah, che domani c’è la lotta coi Cechi, che non c’è verso di capire cosa vogliono ….. ma io ho trovato fortunosamente il numero della loro interprete ….. che da domani guarderò come l’idraulico guarda me. Grugnendo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...